UN’OASI FAUNISTICA DA SCOPRIRE: IL TRIGOLARO A SUZZARA

10 Agosto 2018

 

Il Consorzio Terre dei Gonzaga in Destra Po e il WWF Mantovano hanno rinnovato l’accordo di gestione dell’Oasi Trigolaro a Suzzara; è ora possibile visitare un luogo che, oltre ad avere una funzione di utilità pubblica, ha acquisito anche un interesse naturalistico diventando oasi faunistica. La convenzione è giunta ormai al terzo anno e ha già dato i suoi frutti: più di 1300 presenze.


“Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti - dichiara la Presidente del Consorzio, Ada Giorgi - e dell’importante ruolo didattico e culturale che l’oasi consente di promuovere anche nel far conoscere l’attività del consorzio di bonifica alle giovani generazioni: quest’anno metteremo in campo nuove iniziative”.
“Il cavo Trigolaro - spiega il Direttore del consorzio Raffaele Monica -, fa parte della rete di scolo e drenaggio superficiale in gestione al Consorzio, raccoglie le acque piovane provenienti anche dal centro urbano di Suzzara, che vengono trattenute nella cassa di espansione, ora oasi, per evitare danni a valle”.
L’area della cassa, nel tempo, si è popolata di canneti, piante aquatiche e animali anche migratori tra i quali aironi, nitticore, anatidi, rapaci e passeriformi di canneto e molti altri. Per questo motivo il WWF mantovano si è offerto di organizzare attività di educazione ambientale presso l’oasi, diffondendo allo stesso tempo, attraverso la sensibilizzazione dei cittadini e degli studenti, la conoscenza del ruolo dei consorzi di bonifica, la cui attività è essenziale per la sopravvivenza dell’uomo in tante parti del territorio nazionale, fra cui la pianura dell’Oltrepò Mantovano dove opera il Consorzio Terre dei Gonzaga in Destra Po. “L’Oasi Trigolaro – sottolinea il Presidente di WWF Mantova Donato Artoni – costituisce un connubio straordinario tra natura e opera umana, ideale per avvicinare le persone, ed in particolare i più piccoli, all’ambiente di luoghi poco conosciuti, al confine tra urbanizzazione, ambiti rurali e acquatici”.

Foto Trigolaro

La Presidente Ada Giorgi e il Presidente di WWF Mantovano Donato Artoni